Hydrousa è un progetto Europeo che mira a sviluppare nuove soluzioni circolari per aree affette da scarsità d'acqua , con un focus speciale sulle isole del Mediterraneo. L'obiettivo è chiudere i circuiti d'acqua e offrire nuove opportunità nei settori dell'agricoltura e dell'ecoturismo.

Nell'ambito di questo progetto, sono stato coinvolto nella progettazione di un sistema agroforestale che utilizza acque reflue e rifiuti organici come uniche fonti di input. Le acque nere passano attraverso un reattore di biogas dove viene prodotto metano per la produzione di energia, dopodiché il liquido residuo dalla fermentazione entra in una macchina per il compost, dove vengono aggiunti rifiuti organici per produrre compost. Questo, insieme alle acque reflue trattate naturalmente, vengono utilizzati come input fertilizzante nella la foresta alimentare. Il mio compito è stato quello di progettare il prototipo della macchina automatica per il compostaggio.